Lettera a Jim

In un sabato qualunque.

Sai, tanto tempo fa ci fu un ragazzo che partì per un posto lontano, per un paese sperduto sulla montagna lasciando tutti i suoi amici più cari.
Nessuno sapeva la reale verità per questa partenza improvvisa, e molti lo considerarono un ragazzo coraggioso per la sua scelta.
Coraggio.
Ma cos’è il coraggio nel cuore di un ragazzo che scappa via per sfuggire ad un amore.
Ostacolo evitato.
Ma bene, ecco che viene fuori la verità.
Affrontalo.
Ma come? Due anni spesi per inseguire un sogno dal quale non ci si vorrebbe svegliare mai.
Un mese vissuto nei rimorsi, nei dubbi e nei perchè.
Alla fine di ciò, invece di un violento risveglio ci fu un tonfo nell’incubo.
E i ricordi si contorscono.
Alcool per svegliarsi, … o per dimenticare?
Dimentico.
Ma se continuo a scrivere ancora di lei anche nelle poesie più assurde, volgari ed atroci.
Volgari.
Ecco cosa mi ha potuto staccare da lei, la volgarità che era in lei. Ultimo pensiero poetico.
Amore per una puttana.
Tanto tempo fa un ragazzo scappò via, ma ritornò e, anche se ce ne voluta tanta, alla fine ne è uscito.
No, per sempre no. ti amo, ma solo a metà.

Mauro

Lettera a Jimultima modifica: 2006-04-30T17:52:11+02:00da maurorisin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento